Per i giovani, offrire un ambiente familiare dove essi possano crescere e formarsi alla vita...

Per i giovani, offrire un ambiente familiare dove essi possano crescere e formarsi alla vita...

Questo è il fine, l’essenza della nostra vocazione come Cavanis.


12 Settembre 2018 alle 08h00 | 0 Invia il tuo commento!
Di 3C


Visita canonica di Padre Pietro Fietta, Preposito Generale, alla "Casa Clamor Cavanis Irmão Aldo Menghi", San Paolo - Brasile. (Maggio 2018)

I due fratelli Cavanis, dopo pochi mesi di impegno formativo con i ragazzi e i giovani della congregazione mariana di Sant’Agnese, capiscono che questo è il fine, l’essenza della loro vocazione: per i giovani, offrire un ambiente familiare dove essi possano crescere e formarsi alla vita e alle proprie responsabilità nella società e nella Chiesa; per se stessi, crescere nell’imitazione di Cristo fino ad offrire non solo le proprie ricchezze, ma la loro stessa vita al Signore crocifisso, nella fedeltà alla vocazione speciale che avevano ricevuto.

È questa una “vocazione aperta”, cioè disponibile a scegliere tutti quei mezzi che, secondo la realtà sociale ed ecclesiale (i segni dei tempi!) sembrassero i più opportuni o necessari per raggiungere il fine essenziale.

Libro: L’Istituto Cavanis: La Grazia dei primi tempi - Pg.08


Visita canonica del Preposito: San Paolo - Maggio 2018 Visita canonica del Preposito: San Paolo - Maggio 2018






Scrivi il tuo commento...