Italiano Español English Português Français

" />



Comunicato Stampa: 28 Luglio

Comunicato Stampa: 28 Luglio

Italiano Español English Português Français


28 Luglio 2019 - Di 3C



Alle 12 celebriamo la messa domenicale festiva, per il popolo e per noi, e presiede, avendo a fianco il P. Preposito Piero, il P. Giuseppe Viani, che così festeggia anche durante questo 35° Capitolo generale il 50° della sua ordinazione presbiterale.

Nono comunicato stampa del 35° Capitolo Generale Ordinario della Congregazione delle Scuole della Carità-Istituto Cavanis

Morlupo (Roma), domenica 28 luglio 2019

Il capitolo generale giunge in fascia di arrivo e il cielo si è aperto. Ieri sera un venticello leggero scuoteva i pini marittimi di Morlupo (che non è sul mare), poi il vento si è levato violento ed è cominciato a piovere. Questa mattina diluviava e tuoni e fulmini. La casa “Rogate” è solida e non ci sono stati problemi. Siamo partiti lo stesso alle 7, con l’intenzione di passare la domenica in un pellegrinaggio: questa volta a Cascia (Perugia), per visitare il santuario di S. Rita, nella verde e bella Umbria dei santi. Tra l’altro, la congregazione nostra ha una parrocchia/santuario di S. Rita a Maringá nel Paraná, Brasile. Qualcuno per strada (uomini di poca fede) compra un poncho o un obrello e difatto continua a piovere e nella bellissima conca rocciosa di Roccaporena, villaggio natale di Rita, a pochi chilometri da Cascia, ci inzuppiamo abbondantemente. Bella la chiesetta, splendido il paesaggio, incredibile la torre roccioa quasi dolomitica con una cappella sulla vetta.

A Cascia ci accolgono i padri agostiniani e le monache agostiniane (lo era anche S. Rita) con estrema gentilezza e amabilità: ci sentiamo davvero in casa. Visitiamo rapidamente il nucleo più antico del grande complesso, in cui si trova anche la cella di S. Rita; ma il prezioso edificio si può vedere solo dall’esterno, cioè dal chiostro, perché i recenti terremoti umbro-marchigiani hanno reso inagibile questo settore antico.

Alle 12 celebriamo la messa domenicale festiva, per il popolo e per noi, e presiede, avendo a fianco il P. Preposito Piero, il P. Giuseppe Viani, che così festeggia anche durante questo 35° Capitolo generale il 50° della sua ordinazione presbiterale. Come passano gli anni! E quanto grande è la grazia del Signore! La santa messa riesce bellissimima, dentro del solenne spazio sacro e con tante bellissime stole e casule verdi offerteci in uso, a tutti, dai cari Agostiniani.

Dopo un pranzo piuttosto generoso e molto umbro, e quindi buonissimo, con la caratterisca cucina locale (c’erano anche gli “strozzapreti”, ma nessuno di noi, grazie a S. Rita, si è strozzato!), siamo ripartiti sotto la pioggia, anche se un raggio di sole s’era visto durante la santa messa.

Eravamo vicini ad altri luoghi sacri: a pochi chilometri, Norcia di S. Benedetto e Santa Scolastica (da questo forse la pioggia?), l’abbazia di Farfa e, di là del confine con il Lazio, ma vicino, il paese di Greccio (Rieti), dove S. Francesco organizzò il primo presepio della storia.

Domani giornata importante. Meglio andare a letto presto. Buonanotte, saluti e auguri e tutte e tutti! E ancora grazie per le preghiere che fate per noi e per la nostra amata Congregazione.

 

 


Pellegrinaggio a Cascia (Perugia) Pellegrinaggio a Cascia (Perugia)






Scrivi il tuo commento...