Voglio mettermi nei piedi dei missionari, patire con loro...

Voglio mettermi nei piedi dei missionari, patire con loro...

...predicare con loro senza segni di stanchezza per diffondere la buona novella.
10 Novembre 2020 - Di Padre Pietro Fietta, CSCh - Procura delle Missioni Cavanis



3C

Voglio mettermi nei piedi dei missionari, patire con loro, predicare con loro senza segni di stanchezza per diffondere la buona novella e perché i fiori di virtù spuntino in ogni luogo. Mi unisco a Santa Teresa del Bambino Gesù, affinché l’opera della redenzione trionfi tra noi e in modo tutto speciale dove non è ancora pervenuta la luce del Vangelo. Quanta fatica a vuoto, se la preghiera dei buoni non insiste a ogni istante presso il cuore sacratissimo di Gesù!

Nelle missioni, siamo indiani con gli indiani, cinesi con i cinesi, conoscendo a fondo la lingua, le consuetudini, rispettandoli, amandoli. Che il cuore del missionario nelle gravi difficoltà non venga mai meno, ma cammini avanti con coraggio. Uno sguardo alla stella del mare che è sempre pronta all’aiuto.






Scrivi il tuo commento...