Progetto educativo "Scuola di Carità"

Progetto educativo "Scuola di Carità"

...attraverso della pedagogia Cavanis, cercando di formare la mente e il cuore dei giovani per essere veri cristiani e buoni cittadini.
18 Ottobre 2016 - Di Fernando Riqueto



...anche noi stiamo toccando la "Carità" del Padre Celeste, amando e educando i figli/le figlie degli altri".

Dopo un mese dal inizio del anno scolastico in Romania, anche il Centro giovanile "San Giuseppe" dei Padri Cavanis di Paşcani ha spalancato le porte per accogliere di nuovo i bambini, iniziando la seconda edizione del progetto educativo "Una Scuola di carità". Hanno risposto "Si" alla chiamata un numero di 26 giovani arrivati nella nostra città dalla Diocesi di Iasi (Paşcani, Mogosesti – Siret, Sabaoani, Gheraesti, Izvoarele, Tuta).

Sabato, 15 ottobre 2016, animati dal desiderio di fare molte cose belle in un tempo corto, loro sono entrati subito nell’atmosfera di lavoro, secondo il programma stabilito prima. Dopo il canto del Inno Cavanis, l’accento è caduto sul evento principale successo nella nostra Congregazione, cioè l’apertura della nuova Missione Cavanis di Mozambico. Padre Elcio e Padre Rene hanno parlato della cultura africana, del significato di questa iniziativa missionaria, cercando di far capire ai ragazzi cosa significa "la missionarità" della Chiesa nel suo attuale  contesto globale. Come risposta, i giovani volontari Cavanis del nostro Centro sono stati motivati a preparare un messaggio di comunione per essere inviato ai padri già inseriti nella novella Opera Cavanis di Pemba, Mozambico, facendo riferimento esatto a P. Benjamin e P. Clement, con la speranza di essere un piccolo incoraggiamento a loro. Il messaggio e stato fatto e pubblicato sul internet.

Conforme il programma di quest’anno, i giovani sono stati organizzati per un momento di collaborazione nella pulizia e sistemazione della casa, come opportunità di coinvolgimento concreto nella manutenzione della “loro casa”.

Nel pomeriggio i giovani si sono concentrati per entrare nel ambiente storico del secolo XVIII, quando i nostri Fondatori mettevano la base della loro opera di carità. Specialmente, con la motivazione della serata culturale e prossimi alla festa del Halloween e, ancora, ricordando il famoso carnevale di Venezia, particolarmente, quello martedì grasso, quando il giovane Marco Cavanis ha deciso per la vita sacerdotale accanto al suo fratello, abbiamo confezionato delle maschere e realizzato, umilmente, un ballo in maschera. I giovani hanno abbracciato l’idea di organizzare la seconda edizione l’anno prossimo, avendo un tema specifico e costumi adeguati.

Abbiamo avuto la partecipazione della giovane Benedicta Toma, laica terziaria francescana, di 20 anni,  testimoniando come ha "profitato l’estate", - una massima rumena - in attività di volontariato presso ai padri Somaschi, la sua partecipazione alla Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) in Polonia e le salite sul qualche montagne della Romania.   

Il momento centrale del incontro è stato la celebrazione della Santa Messa, nella sala principale del Centro, la nostra aula, perché la nostra cappella privata e troppo piccola per ricevere tutti, avendo anche la partecipazione di alcuni laici Cavanis. La cappella esterna ancora non e finita e sara veramente molto utile. 

La serata culturale ha chiuso l’attività della giornata e tutti hanno provato la bellezza di stare e divertirsi insieme, la gioia di vivere insieme, come ci dice il Salmo 132.

Domenica, 16 ottobre 2016, il secondo giorno del incontro, i giovani hanno sperimentato la forza e la grazia della preghiera comune. Prima di fare colazione, si sono riuniti di nuovo in aula e sotto la guida di P. Rene e P. Elcio hanno fatto le Lodi mattutine. Dopo hanno avuto la colazione e i lavori di sistemazione e pulizia generale nella “loro casa”. In continuazione, sotto pioggia, sono andati tutti in parrocchia "Sant’Antonio di Padova" Paşcani, per partecipare alla Santa Messa con la Comunità parrocchiale.

Il sogno di P. Marco e P. Antonio e qualcosa di reale nei nostri giorni. Possiamo immaginare, in una mattinata, parlando, dopo il riposo notturno e entusiasmati di nuovo, vedendo il loro cortile pieno de giovani gioiosi: "Questo progetto divino – Carisma – e valido in tutto il mondo!". Ci fa molto contenti il fatto di avere messo adesione come "Volontari Cavanis" 6 giovani. Il primo loro impegno sara aiutarci a organizzare il prossimo incontro a metta novembre. La gioia si fa completa ancora per il coraggio e disponibilità dei confratelli P. Benjamin Insoni, del Diacono Clement Boke e del nostro laico brasiliano Valmir Dimas Garcia che ci fanno presenti in un’altra bellissima cultura, cio è, Mozambico.       

Per concludere, è stato un felice inizio di un’altro anno in cui continuerà l’attività educativa, conforme alla pedagogia Cavanis, cercando di formare mente e cuore dei giovani per essere veri cristiani e buoni cittadini.

Comunità Cavanis di Paşcani, Romania

 

 


 Mănăsteria Cavanis di Paşcani - Progetto educativo Mănăsteria Cavanis di Paşcani - Progetto educativo




Saluto alla nuova comunità Cavanis di Mozambico


Comunità Cavanis di Paşcani (Romania) saluta la nuova comunità Cavanis di Pemba (Mozambico)




Scrivi il tuo commento...