Incontro Laici Collaboratori in Casa Sacro Cuore - Possagno

Incontro Laici Collaboratori in Casa Sacro Cuore - Possagno

“Ti ricordo di ravvivare il dono di Dio che è in Te” (2Tm 1,6)
17 Luglio 2017 - Di P. Pietro Luigi Pennacchi CSCh



...si è svolto nei giorni dal 14 al 16 luglio l’incontro estivo tra religiosi e laici Cavanis.

Nella splendida cornice della Casa del Sacro Cuore, ricca di attività e di presenze operose e viva fucina di idee e di nuovo fervore per operatori provenienti da diverse comunità, si è svolto nei giorni dal 14 al 16 luglio l’incontro estivo tra religiosi e laici Cavanis, in un clima collaborativo e per rinsaldare lo spirito, affinchè, ritemprato e formato, sappia essere motivato e consapevole. Capace dunque di accingersi non solo a decisioni e situazioni complesse e difficili, a cui le nostre comunità sono chiamate oggi da improrogabili urgenze, ma anche a nuova progettualità, con tratti comuni ed impegno nella pastorale giovanile e vocazionale, nelle scuole e nelle parrocchie.

Il confronto è stato ricco e aperto, grazie al contributo di religiosi e laici delle diverse delegazioni guidate da rettori, parroci e presidi o direttori presenti con i loro collaboratori, espressione di diverse appartenenze e comunità scolastiche o parrocchiali di Venezia, Roma, Chioggia, Corsico, Possagno. Tutti hanno riversato a cuore aperto il loro contributo di idee, emozioni, sofferenze e attese, dimostrando come la passione sia il tratto distintivo che nell’agire quotidiano, nell’esperienza dei singoli e delle comunità, mette alla prova, accomuna nella sorte favorevole e avversa, valida e sigilla profondamente e da sempre l’esperienza dell’essere Cavanis.

Il padre Pietro Luigi Pennacchi, Superiore della Delegazione Cavanis di Italia-Romania, ha richiamato le premesse e il punto di partenza, oramai affermato chiaramente e fatto proprio con irreversibile determinazione dalla Congregazione delle Scuole di Carità e ribadito a chiare lettere dal Padre  Preposito Generale, per una comunità di religiosi e laici chiamati insieme, nella corresponsabilità autentica, a realizzare una vera chiesa di comunione il cui centro è Cristo.

Per un’unica vocazione e unica missione, che chiama ognuno con compiti diversi a responsabile per il bene comune, nella vera condivisione del carisma: cresce così, nel frattempo, con evidenza anche il clima di condivisione fra le comunità dei diversi Istituti. Per fare il bene a cui tanti insieme contribuiscono e che viene riconosciuto da alunni, famiglie e testimoni delle nostre opere, i laici chiamano i religiosi all’impegno quotidiano e concreto, rincuorandoli con la loro testimonianza di affetto e fedeltà al carisma, ma hanno bisogno e nulla potrebbero senza la loro guida, la loro testimonianza, l’esempio e la formazione sul campo. I religiosi e i laici solo insieme possono sostenere la speranza reciproca.

Volti vecchi e nuovi, capaci di approcci moderni e dinamici sanno perciò accingersi oggi insieme – con tutte le loro forze, per quanto sempre poche - all’opera che i nostri Fondatori così ci hanno consegnato meravigliosa, preziosa e fragile come vollero che rimanesse; di fronte a situazioni mai tranquille e dome, che l’esperienza di pochi giorni ha però consentito di comprendere, per provare quanto sia oggi importante affrontarle insieme.

Le emozioni intense percepite nel cenacolo hanno assunto sapore di condivisione autentica: premessa indispensabile per consolidare e far proprio un punto di partenza, rendere attuali le motivazioni con sentimento di appartenenza e identità, per rinnovare più forte ancora il proposito di proseguire insieme nell’impegno.


2017 - Incontro estivo tra religiosi e laici Cavanis 2017 - Incontro estivo tra religiosi e laici Cavanis






Scrivi il tuo commento...