Comunicato alla Congregazione

Comunicato alla Congregazione

Fatima, 26 novembre 2017
26 Novembre 2017 - Di P. Pietro Fietta - Preposito



Preposito a Portogallo - Santuario di Fátima.

Carissimi Confratelli e amici laici, vi scrivo da Fatima (Portogallo) dove per la prima volta sono venuto a venerare la Vergine Maria che cento anni fa è apparsa a Lucia, Francesco e Giacinta. Ringrazio la Provvidenza e chi mi ha offerto questo viaggio che realizza un sogno che avevo da molto tempo.

Sono arrivato a Fatima domenica 26 novembre giorno nel quale si celebra la chiusura dell'Anno Giubilare del Centenario delle Apparizioni. Mons. Antonio Marto, Vescovo di Leira-Fatima ha presieduto la celebrazione in qualità di Legato Pontificio, nominato da Papa Francesco. Nel bellissimo Santuario, gremito da una moltitudine di persone provenienti da tutto il mondo, si respira un'atmosfera particolare: tutti sono venuti per incontrare Lei, la Madonna che si percepisce presente, che accoglie tutti, ascolta i problemi, rincuora i cuori affranti e abbraccia tutti con il suo cuore di Madre.

Anch'io mi sono fatto pellegrino portando ai piedi della Bianca Signora la fervente supplica a favore della nostra Congregazione e di tutti voi. Con viva fede ho affidato a Maria la nostra Congregazione che sotto il suo patrocinio è sorta. Mi sono consacrato a Maria e a Lei ho affidato i miei confratelli: quelli anziani e ammalati perché sentano il conforto della Sua presenza; quelli che sono nell'attiva perché non abbiano a soccombere per il troppo lavoro o a perdersi nel cammino e ricevano l'abbraccio della Madre; quelli che sono in formazione perché abbiano a rispondere il loro sì generoso ogni giorno imitando Maria e in particolare ho affidato alla Madre i cinque giovani che nei prossimi giorni riceveranno l'Ordine del Diaconato.

Ho ringraziato la Madonna per i tanti laici che condividono con noi carisma e missione e su di loro ho invocato la protezione e benedizione della Bianca Signora. A Maria ho affidato le nostre preoccupazioni, i nostri progetti e le nostre speranze chiedendo che interceda per noi e sia sempre la Madre delle Scuole di Carità. Qui, da dove tante volte la Bianca Signora, ha invitato i tre pastorelli Lucia, Francesco e Giacinta, a recitare il santo rosario, invito tutti a riscoprire il grande valore del santo Rosario. Un tempo la recita diaria del Rosario era fortemente raccomandata da una delle nostre Costituzioni. Non lasciamo di recitare il Rosario, come ha chiesto la Madonna. Con Lei accanto a noi ci sentiamo più sicuri come un bambino in braccio a sua madre. Lei è la nostra sicurezza.

Da Fatima giunga a tutti il messaggio di grazia, di speranza, di misericordia e di pace che ci invia la Bianca Signora. La Vergine è venuta a ricordarci che il Regno di Dio è un regno di amore, giustizia e pace. E’ venuta per incontrare collaboratori per diffondere amore e pace in questo mondo dilacerato dalle divisioni e dalle guerre. Tutti noi dobbiamo rendere attuale il messaggio di Fatima, ha detto Mons. Antonio Marto, e così Fatima è sempre nuova, non invecchia mai.

Su tutti invoco la protezione della Madonna di Fatima e vi saluto caramente.

Fatima, 26 novembre 2017
P. Pietro Fietta - Preposito


Chiusura dell'Anno Giubilare del Centenario delle Apparizioni Chiusura dell'Anno Giubilare del Centenario delle Apparizioni






Scrivi il tuo commento...